L’intervista che mi è stata fatta da Italiaadozioni sul tema petizione Giornata Adozione

Da un paio di settimane ItaliaAdozioni sostiene la petizione alla Presidenza della Repubblica per l’istituzione  della “Giornata Nazionale dell’Adozione” ideata da Fabio Ceseri.

Italiaadozioni

Fabio è un papà adottivo che ha atteso 5 anni prima di partire per il Vietnam per incontrare “la nostra ragione di vita Mai Anh” come ci racconta. “Sono da sempre impegnato nel sociale avendo fatto il volontario in molte associazioni. Ho fondato e sono stato presidente di una cooperativa sociale di tipo A. Attualmente lavoro al Villaggio San Francesco a Scarperia e faccio volontariato come responsabile di una piccola struttura che accoglie persone senza fissa dimora. Sono sposato dal 1993 con Donella. Abbiamo avuto l’idoneità per una seconda adozione e avendo nostalgia del Vietnam, vorremmo di nuovo adottare in questo paese.”

La tua petizione ha già superato le mille firme, come ti è venuta l’idea dell’iniziativa?
“Ho partecipato a un corso di formazione di Volontari per lo Sviluppo ONG 2.0 https://www.facebook.com/cambiareilmondoconilweb e uno dei moduli formativi aveva come obiettivo, l’acquisire competenze per organizzare una campagna. Proprio in quel periodo mi sono imbattuto in fatti che mi hanno fatto riflettere su come le persone intendono l’adozione. Nei parchi, per strada, al supermercato, quando incontri dei conoscenti le frasi fatte si sprecano: – ”Quando ve l’hanno data? – Ma è adottata? – Ma che bel gesto avete fatto? – Ma perché vi fanno aspettare così tanto?” etc. etc. – Queste conversazioni mi hanno fatto riflettere su come la gente agisca sull’aspetto emotivo e non su quello razionale, perché non è a conoscenza delle dinamiche e della legislazione inerente l’adozione, insomma  quella che è la cultura dell’adozione. Quindi mettendo insieme le due cose, mi è venuto l’idea di promuovere questa campagna.”

Che significato avrebbe la giornata dell’adozione? ” Sono del parere che manchi in Italia la cultura dell’adozione e aggiungerei dell’accoglienza, perché vengono poste troppe barriere. I bambini hanno il diritto di avere una famiglia e di vivere in un ambiente sicuro pieno di amore. L’adozione non è solo riempire un nido vuoto, ma dare un’opportunità di futuro migliore, di speranza a bambini che si sono visti privare, con l’abbandono, di queste possibilità. Chi ha possibilità, ha il dovere morale di metterle in campo a disposizione di uno degli anelli più deboli della nostra società: i bambini.”

Fabio hai già ipotizzato una data o il periodo in cui è preferibile istituire la giornata dell’adozione? ”Significativa potrebbe essere la firma della convenzione de L’Aja e cioè il 10 maggio. Dare risalto a questa data darebbe ancora più valore a questo documento importantissimo.”

Sarebbe bello allargare i contorni della giornata, cioè si potrebbe pensare non solo all’adozione ma anche all’affido, al sostegno a distanza e ad ogni forma di accoglienza di minori. Oltre ai genitori e agli adottati chi potrebbe essere interessato? Si potrebbe considerare ogni forma di accoglienza”, prosegue Fabio “ma ho paura che il contenitore poi sia troppo complesso e il tema Adozione sparisca. Si dovrebbero coinvolgere sicuramente le Istituzioni, le Associazioni e gli Enti che si occupano dell’Adozione. Ci possono anche essere coppie e liberi cittadini che possono essere interessati ai temi dell’adozione e dell’accoglienza di minori. Sicuramente la prima istituzione che dovrebbe prestare attenzione a un simile evento dovrebbe essere la scuola.”

Quali altre manifestazioni o iniziative potrebbero essere organizzate in concomitanza con la giornata? “Potrebbero essere presentati i dati delle adozioni, organizzati seminari, potrebbero essere aperti tutti i centri informativi per le adozioni che esistono sul territorio, potrebbero esserne inaugurati dei nuovi, la Presidenza della Repubblica potrebbe premiare le persone, le associazioni che si sono distinte nel campo dell’accoglienza e dell’adozione. Potrebbero essere presentati i dati delle adozioni, organizzati seminari, potrebbero essere aperti tutti i centri informativi per le adozioni che esistono sul territorio, potrebbero esserne inaugurati dei nuovi, la Presidenza della Repubblica potrebbe premiare le persone, le associazioni che si sono distinte nel campo dell’accoglienza e dell’adozione.lle iniziative ci si potrebbe sbizzarrire basta che il tema sia l’Adozione. Si dovrebbero creare iniziative nelle scuole ed il ruolo delle istituzioni dovrebbe essere di promozione, di sensibilizzazione e di presenza concreta, non solo con i proclami. Offrire per esempio una regia delle iniziative contribuendo anche con il patrocinio o promuovendo dei bandi per progetti che riguardano l’adozione.”

Fabio ci crede proprio nella sua iniziativa e confida sul sostegno delle istituzioni e sulla disponibilità di risorse che nel nostro paese però spesso manca, anche per altre tematiche sociali importanti. Ma evidentemente è un uomo ottimista e come ogni genitore adottivo molto motivato. Le risposte di Fabio non lasciano dubbi. La sua proposta di giornata dell’adozione è tutt’altra cosa rispetto all’iniziativa di nome simile (Adoption Day) che si svolge negli USA: è una giornata organizzata da una rete di agenzie per l’adozione che fanno convergere la conclusione delle pratiche delle adozioni del periodo in un unica giornata a ridosso del giorno del Ringraziamento. Ne derivano una serie di eventi sparsi per i 52 stati, che riguardano soprattutto le coppie e i bambini interessati all’adozione e la giornata viene utilizzata per promuovere e pubblicizzare le attività delle agenzie organizzatrici.

Petizione giornata Adozione

Concludendo Fabio, pensi che potrebbe esserci qualcuno pronto a prendersi il merito della tua iniziativa? “Un po’ me lo aspetto, in ogni caso vorrei che qualcuno se ne facesse carico ma  in maniera trasparente e con serietà perché io da solo non posso certo fare tutto e poi perché è nel mio modo di fare di condividere e quindi ben vengano contributi seri e costruttivi. Potremo dal basso costituire un comitato e da questo sito lanciare l’appello.”

E allora forza, firmiamo tutti la petizione e viva la giornata nazionale dell’Adozione!