Agevolazioni immobiliari per le Onlus? Addio

 

Detrazioni fiscali

Un altro “regalo” per il mondo del non profit:  a partire dal 1 gennaio 2014, salvo modifiche ulteriori, entrerà in vigore la riforma che rimodula la tassazione dei trasferimenti immobiliari.

L’articolo 10 del Decreto Legislativo 14 marzo 2011 n. 23 riduce a due sole aliquote la tassazione dell’imposta di registro, 9% aliquota normale, 2% aliquota ridotta per la prima casa, escluse le classifiche catastali A1 A8 A9 (abitazione signorile, ville, castelli).

Lo stesso articolo al comma 4 spazza via tutte le agevolazioni;  “sono soppresse tutte  le esenzioni e le agevolazioni tributarie, anche se previste da leggi speciali” questa norma di carattere generale elimina tutte le agevolazioni previste per vari tipi di trasferimenti a titolo oneroso, colpendo indiscriminatamente tutti quei trasferimenti che godevano di agevolazioni, fra gli altri sono colpite proprio le Onlus.

A prima vista e stante così la riformulazione,  l’agevolazione esistente è stata soppressa; il calcolo dell’imposta di registro sui trasferimenti immobiliari a titolo oneroso delle Onlus  che acquistano un immobile da destinare allo  svolgimento dell’attività non sconterà più  l’imposta di registro in misura  fissa  pari a euro 168,00 ed inoltre la base di calcolo sarà il valore indicato nell’atto di compravendita; questo significa che un trasferimento immobiliare a favore di una Onlus costerà alla Onlus il 9% oltre alle imposte ipotecarie e catastali pari a 50 euro cadauna. la penalizzazione è doppia, visto che per le persone fisiche la base di calcolo è la rendita catastale rivalutata (prezzo-valore) mentre per le Onlus sarà il prezzo indicato nell’atto di compravendita, generalmente più elevato.

Per inciso la misura fissa (generale per tutti) dell’imposta di registro per la registrazione di atti  (per le Onlus ad esempio gli statuti ed gli atti costitutivi delle associazioni) passerà dall’attuale importo di euro 168,00 ad euro 200,00.

Avvicinandosi la fine dell’anno è probabile che l’argomento sarà oggetto di interrogazioni ed interesse pertanto ritorneremo a parlarne a breve cercando di fornire chiarimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...